Polpettine di fagioli e paprika

I nutrizionisti continuano a ripetere che la riduzione dei consumi di proteine di origine animale sia alla base di un’alimentazione più sana e, soprattutto, più sostenibile. Io, personalmente, sono una grande sostenitrice di questa politica alimentare: non amo particolarmente la carne e la consumo mediamente una volta alla settimana. Amo, però, i legumi (che dovremmo consumare 4 volte alla settimana) e mi diverto a sperimentare ricettine sempre diverse e sfiziose. Tra le mie new entry, ci sono queste polpettine di fagioli (potere scegliere se usare i borlotti o i cannellini), condite con un sugo di pomodoro e con uno sprint in più, dato dalla paprika forte che aggiungo nell’impasto. 

Quando le ho proposte a Dade per la prima volta, mi ha un po’ snobbata, forse perché troppo affezionato alle polpette di carne tradizionali. Dopo il primo assaggio, però, non riusciva più a fermarsi e mi ha fatto promettere di cucinarle ancora! Ecco, quindi, la ricetta per queste polpettine “una tira l’altra“! 😉

Ingredienti (per circa 20 polpettine):

Per le polpette:
230 g di fagioli borlotti (o cannellini) in scatola
50 g di parmigiano grattugiato
30 g di farina integrale
30 g di pangrattato
1 uovo
paprika forte qb
2 cucchiai di olio evo
sale

Per il sugo:
200 g di polpa di pomodoro
1 spicchio d’aglio
1/4 di cipolla bianca
1 cucchiaio di olio evo
1 cucchiaino di triplo concentrato di pomodoro
1 foglia di alloro
sale

Preparazione:

Scolare i fagioli dall’acqua di vegetazione e sciacquarli accuratamente sotto l’acqua corrente. In un mixer, unire i fagioli, l’uovo, il parmigiano, la farina integrale, la paprika (circa un cucchiaino), un pizzico di sale e frullare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e privo di grumi.

Nel frattempo, preparare il sugo, facendo soffriggere in un piccolo tegame la cipolla tagliata finemente, l’aglio e l’olio. Dopo un paio di minuti, aggiungere la polpa di pomodoro (o i pelati precedentemente tagliuzzati), il triplo concentrato e una foglia di alloro. Salare e lasciar cuoce a fiamma dolce per una decina di minuti.

Formare delle piccole polpette (grandi all’incirca come una noce), appiattirle leggermente con le mani, passarle in un altro po’ di farina integrale e trasferirle in una padella con 2 cucchiai d’olio. Far rosolare le polpettine un paio di minuti per lato, in modo che formino una crosticina ambrata e croccante. A questo punto, trasferire nella padella con le polpette il sugo di pomodoro e continuare la cottura col coperchio per altri 10 minuti.

Questo secondo vegetariano può essere abbinato con delle patate al forno, per avere un piatto più vicino alla nostra tradizione culinaria, oppure con del riso Basmati o del cous cous, per assaporare dei prodotti più esotici e creare dei gustosissimi piatti unici!

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *