Torta di carote e mandorle

Questa è davvero una torta furbissima e leggerissima, che si può preparare tutto l’anno (le carote e le mandorle sono sempre “di stagione” nei nostri supermercati), e perfetta sia per la colazione che per la merenda! La sua particolarità è quella di non contenere burro o altri grassi nell’impasto, ma solo gli oli essenziali naturalmente presenti nella frutta secca (so che esiste una versione di questa torta che utilizza le nocciole in alternativa o in aggiunta alle mandorle.. da provare!). 

Anche questa tortina golosa e profumata rientra nel programma “variare la colazione, please“, che mi sono imposta mesi fa, di ritorno dalla mia lunga parentesi modenese. Inoltre, si è meritatamente aggiudicata il podio tra le preparazioni con cui posso coccolare me stessa e Dade, soddisfacendo il nostro – soprattutto mio – desiderio di dolcezza, senza il benché minimo senso di colpa! 🙂

Ingredienti:

400 g di carote
130 g di mandorle pelate
100 g di zucchero di canna
50 g di farina 00
3 uova bio
1 limone non trattato
una bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
zucchero a velo per decorare

Preparazione:

In un mixer, raccogliere le mandorle, lo zucchero, la scorza del limone tagliata a striscioline e frullare il tutto (è molto importante tritare le mandorle con lo zucchero, che assorbirà gli oli essenziali rilasciati dalla frutta secca, evitando che il composto diventi disomogeneo e pastoso). Trasferire la granella ottenuta in una boule. Mondare le carote, riporle nello stesso mixer utilizzato per le mandorle (senza bisogno di lavarlo), e frullare finemente. Aggiungere le uova e continuare a frullare a velocità elevata, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Unirlo alla granella di mandorle e zucchero, e mescolare accuratamente. Incorporare poco per volta la farina, un pizzico di sale e il lievito setacciato. Trasferire l’impasto in uno stampo a cerniera di 24/26 cm, foderato di carta-forno. Cuocere in forno statico pre-riscaldato a 160° per 10 minuti; poi alzare la temperatura a 180° e proseguire la cottura per altri 40 minuti (prima di togliere la torta dal forno, fare sempre la prova-stecchino!). Lasciar raffreddare la torta, adagiarla su un’alzatina e cospargerla con poco zucchero a velo.

torta carote

Questa torta è ottima al naturale, ma potrebbe anche essere accompagnata da un paio di cucchiaini di marmellata di arance (meglio se home-made), o da una cremina allo yogurt, fatta semplicemente con qualche cucchiaio di yogurt bianco intero e una spruzzatina di cannella.

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *