Filetti di persico gratinati

Questo è il pranzo che ho preparato prima di andare al matrimonio di una mia carissima amica, di cui ero pure testimone! La cerimonia era alle 3 del pomeriggio e sapevo che la cena e i festeggiamenti si sarebbero protratti per tutta la sera. Dovevo assolutamente inventarmi un pranzetto leggero e, possibilmente, a basso contenuto di carboidrati, viste la abbuffate che ci attendevano poche ore più tardi. E così è nata questa ricetta velocissima, molto leggera e dal sapore freschissimo, grazie all’utilizzo del limone e di tante erbe aromatiche. 

È possibile preparare questa ricetta anche con un altro tipo di pesce come, ad esempio, il merluzzo, la platessa o l’orata. Inoltre, si tratta di un secondo piatto ottimo per la stagione estiva, quando la leggerezza e la freschezza sono obbligatorie in tutte le nostre ricette! L’ultimo consiglio è di accompagnare questi filetti con della verdura fresca di stagione: in questo caso, io ho optato per un’insalatina di finocchi e arance super rinfrescante! 🙂

Ingredienti:

3 filetti di persico puliti
scorza grattugiata di mezzo limone bio
succo di limone qb
3 cucchiai di pangrattato
1 spicchio d’aglio
2 cucchiai di olio evo
rosmarino
maggiorana
timo
sale e pepe

Preparazione:

In una padellina, far soffriggere a fuoco basso lo spicchio d’aglio schiacciato con l’olio per un paio di minuti. Nel frattempo, tritate finemente un rametto di rosmarino e trasferirlo in padella assieme al timo e alla maggiorana. Far insaporire per un minuto e spegnere la fiamma. Unire il pangrattato, la zeste di limone, un pizzico di sale e una macinata di pepe.

Disporre i filetti di persico su una teglia ricoperta di carta forno. Cospargerli con un filo d’olio, un pizzico di sale e qualche goccia di limone. Distribuire sopra a ciascun filetto la panure aromatica e compattarla bene. Cuocere in forno pre-riscaldato a 190° per circa 20 minuti, finché la panatura risulterà dorata e ben gratinata.

persico gratinato

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *