Pumpkin bread a modo mio

In rete si trovano moltissime ricette per un pumpkin bread più o meno leggero, più o meno speziato, più o meno ricco di pumpkin. Quella che voglio presentare in questo post, invece, è la mia versione di un pane perfetto per la prima colazione o per accompagnare una tazza di the a metà pomeriggio: leggerissimo dal punto di vista calorico, delicatissimo nel gusto. Ho deciso di riprendere la ricetta già collaudata del mio banana bread, sostituendo, per ovvi motivi, l’ingrediente principale: niente banane, ma molta zucca! Il risultato è stato pienamente soddisfacente! Benvenuto pumpkin bread nella mia top list delle preparazioni per un dolce risveglio!

Ingredienti:

500 g di zucca pulita
250 g di farina autolievitante
50 g di zucchero vanigliato
125 g di yogurt bianco intero
1 uovo
cannella
scorza di mezzo limone bio
1 pizzico di sale

Preparazione:

Tagliare la zucca a dadini, metterli in una teglia e cuocerli nel microonde alla massima potenza per 12 minuti, finché risulteranno morbidi. Traferire la zucca in un mixer e frullare bene fino ad ottenere una purea liscia. Con la dose di zucca cruda iniziale si otterranno circa 260 g di polpa di zucca.

In una ciotola, unire lo zucchero vanigliato (io lo faccio in casa frullando insieme dello zucchero semolato – o di canna – con un pezzetto di baccello di vaniglia), l’uovo, la scorza grattugiata di mezzo limone biologico e cannella a piacere. Mescolare il tutto fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere anche un pizzico di sale, lo yogurt, la polpa di zucca e amalgamare il tutto. In ultima, unire la farina poco per volta, continuando a mescolare in modo da non formare grumi nell’impasto.

Rivestire uno stampo da plumcake con della carta da forno. Versare all’interno l’impasto e cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per 45 minuti. Tagliare a fatte e servire tiepido: è ottimo al naturale, ma anche con del miele o con della confettura di pesche o albicocche.

pumpkin bread2

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *