Involtini primavera a modo mio

Un paio di settimane fa ho comprato una confezione di pasta fillo con l’intenzione di utilizzarla per provare una ricetta che mi frullava per la testa da un bel po’: gli involtini primavera! In realtà, non avevo voglia di replicare il classico antipasto che servono al ristorante cinese, e questo per due motivi: 1) non sono mai riuscita a capire esattamente cosa ci mettano dentro e, in ogni caso, volevo utilizzare le freschissime verdurine che avevo appena comprato! 2) Non mi piace friggere! In realtà non l’ho mai fatto, anche perché da studente ho sempre avuto delle cucine molto minimal, senza cappa d’aspirazione, ecc.. E anche adesso che la cucina della mia nuova casa potrebbe sopportare l’esperienza frittura, preferisco trovare metodi di cottura alternativi e, diciamocelo, più sani! E così sono nati questi involtini primavera al forno, croccanti, saporiti, perfetti come antipasto o per un aperitivo in giardino con gli amici. Se sono semplici da realizzare? Di più, sono semplicissimi! 😉

Ingredienti (per 12 involtini):

1 zucchina
2 carote
2 coste di sedano
50 g di germogli di soia freschi
1 scalogno
4/5 fogli di pasta fillo
olio evo qb
salsa di soia qb
curcuma e paprika

Preparazione:

Tritare finemente lo scalogno, trasferirlo in un wok con un filo d’olio evo e farlo soffriggere per un paio di minuti. Tagliare le verdure a julienne e unirle al soffritto, assieme ai germogli di soia. Cuocere per 3/4 minuti al massimo, insaporendo con la salsa di soia. Stendere un foglio di pasta fillo e ricavarne un rettangolo della dimensione 20×15 circa. Sistemare un paio di cucchiai di ripieno appena sopra il lato corto del rettangolo. Spennellare i lati della pasta con un’emulsione di olio e acqua (non è necessario usare solo l’olio! Va benissimo se si allunga con dell’acqua, per ottenere degli involtini ancora più leggeri!). Ripiegare verso l’interno i lati lunghi del rettangolo, in modo da contenere bene il ripieno. Arrotolare l’involtino e sigillare bene la chiusura con dell’altra emulsione. Trasferire su una leccarda e ripetere l’operazione fino ad esaurimento degli ingredienti. Spennellare ogni involtino con l’emulsione rimasta e cospargere la superficie con un po’ di curcuma e paprika. Cuocere in forno pre-riscaldato a 190° per una decina di minuti. Servire caldi con la classica salsa di soia.

involtini primavera

 

Gli involtini con la curcuma sono stati i più apprezzati e, a guardarli bene, sono anche più carini di quelli con la paprika.. La prossima volta proverò ad utilizzare le due spezie assieme, ottenendo probabilmente il top del risultato! Ah, un’ultima cosa: ma quanto bello è questo piatto!? Io lo adoro! Grazie mamma!! 🙂

E se poi avanza un po’ di pasta fillo.. rallegratevi! Mettendo insieme una mela Golden matura tagliata a fettine, un cucchiaio di uvetta ammollata e strizzata, i gherigli di 3 noci, un po’ di zeste di limone bio, un cucchiaino di zucchero di canna, 2 cucchiaini di marmellata di agrumi e cannella a piacere, si ottiene il ripieno per un piccolo strudel squisito e leggerissimo! In questo caso, si deve spennellare la pasta con un pochino di burro sciolto, sempre allungato con dell’acqua e cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per 15/20 minuti, finché la pasta risulterà bella dorata. Servire con l’immancabile zucchero a velo e… buona pasta fillo a tutti! 😉

strudel pasta fillo

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *