Sarde a beccafico di Benedetta

Questa ricetta è stata una vera rivelazione! Non ricordo da quanto tempo non mangiassi le sarde, ma una cosa è sicura: non mi ricordavo quanto fossero deliziose! Sono un pesce sanissimo, economico e molto saporito, che si è guadagnato un posto di riguardo nei miei prossimi menù, soprattutto ora che andiamo verso l’estate  (tempo permettendo..) e abbiamo voglia di sapori semplici e freschi. La ricetta l’ho scopiazzata dall’ultimo programma di Benedetta Parodi, a cui ho dedicato il titolo di questo post. So che tanti disprezzano l’ex giornalista, improvvisata cuoca e maestra di cucina, ma io trovo che molto spesso le idee che propone siano carine e originali, e tutte le volte che ho replicato una sua ricetta sono sempre rimasta entusiasta del risultato! A volte, apporto delle piccole modifiche alle dosi degli ingredienti, ma lo faccio anche con le ricette dei super chef stellati e non. Ergo: se un’idea o una ricetta è sfiziosa e ci piace, non importa chi la propone! La cucina è passione, amore, condivisione e, soprattutto, è e deve essere l’espressione della creatività di tutti, non solo di quelli che l’hanno fatta diventare un mestiere vero e proprio!

Il link della ricetta originale è questo. Io ho voluto comunque trascrivere la ricetta che ho seguito, che è leggermente diversa da quella di Benedetta.

Ingredienti (per 2 persone):

20 filetti di sarde fresche
4 acciughe sott’olio
3 cucchiai di olio evo
3 cucchiai di pangrattato
1 cucchiaio di uvetta
1 cucchiaio di granella di mandorle (o mandorle a lamelle)
1 spicchio d’aglio
sale e pepe

Preparazione:

In una pirofila, leggermente unta d’olio, disporre i filetti di sarde a raggiera e salare appena. Far soffriggere a fuoco dolce l’olio con l’aglio e le acciughe. Quando queste ultime saranno ben sciolte, unire il pangrattato e mescolare bene, ottenendo un composto sabbioso e molto saporito. Aggiungere anche l’uvetta (precedentemente ammollata e strizzata), le mandorle (la ricetta originale richiederebbe i pinoli, che io non compro quasi mai perché costano un occhio della testa!), e una macinata di pepe. Cospargere le sarde con questa panatura e cuocere in forno pre-riscaldato a 190° per 7/8 minuti.

sarde beccafico

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *