Pollo alle mandorle del ristorante di casa mia!

Un classico di ogni ristorante cinese e che tutti, almeno una volta, abbiamo ordinato, dopo esserci rimpilzati di involtini primavera, ravioli al vapore e riso alla cantonese: il pollo alle mandorle! Solo che, raramente, questo secondo semplice ma al tempo stesso intrigante mi ha pienamente soddisfatta.. la maggior parte delle volte, finivo il mio polletto con il palato un po’ perplesso e, diciamocelo, anche un po’ deluso. Così ho deciso di rimediare a questa generale insoddisfazione optando per la preparazione casalinga di questo secondo molto sfizioso, adatto anche alla stagione estiva, e perfetto per una cena con gli amici perché complessivamente economico e di grande effetto! 

In questo post, riporto la ricetta base, che non prevede l’aggiunta di altri ingredienti (carote, germogli di soia, ecc) ai due protagonisti d’eccezione: pollo e mandorle. Tuttavia, l’aggiunta di qualche ingrediente fresco, soprattutto dei germogli, può rappresentare una valida alternativa a questa preparazione. Ah, ci tengo a sottolineare che, con buona pace dei puristi della cucina orientale, io anche nelle preparazioni che richiamano sapori e piatti esotici utilizzo l’olio extra vergine d’oliva, 100% italiano, meglio se di prima spremitura! Voglio bene alle mie arterie e riduco al minimo l’utilizzo di altri tipi di olio! Detto questo, ecco la mia ricettina! 🙂

Ingredienti (per 2 persone):

1 petto di pollo piccolo (circa 300 g)
50 g di mandorle pelate
1 scalogno
zenzero fresco o in polvere
farina qb
salsa di soia qb
2 cucchiai di olio evo

Preparazione:

Per prima cosa, tostare le mandorle in padella (va benissimo usare quella in cui poi si cucinerà il pollo, così ci sarà una pentola in meno da pulire!). Tagliare il petto di pollo (si possono usare anche le fettine, che però costano di più..) in dadini poco più grandi di una mandorla, e infarinali leggermente. Nella padella, preparare un soffritto con l’olio, lo scalogno e lo zenzero: in questo caso, io ho usato quello in polvere e ne ho messo circa un cucchiaino da caffè; se si utilizza quello fresco, basterà tritarne o grattugiarne un pezzetto. Lasciar soffriggere per un paio di minuti a fuoco dolce, dopodiché aggiungere i pezzetti di pollo, alzare la fiamma e farli rosolare molto bene su tutti i lati. A questo punto, sfumare con la salsa di soia (circa due cucchiai) e aggiungere le mandorle tostate. Lasciar insaporire il tutto, finché la salsa si sarà ristretta. Servire caldo con del riso basmati e/o delle verdure saltate in padella.

pollo mandorle

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *