Crostata con pesche saturnine e frangipane improvvisato

Per chi non lo sapesse (vedi Io fino a qualche mese fa), la crema frangipane è una crema che viene realizzata utilizzando, sostanzialmente, farina di mandorle, uova, zucchero e burro in parti uguali, più un po’ di farina per addensare il tutto. Si tratta di una preparazione molto ricca (soprattutto di calorie!), profumata e morbida, utilizzata principalmente come ripieno di torte, crostate e dolcetti. In rete, si trovano molte varianti di questa crema (non da meno, quella di Luca Montersino), ma nessuna mi convinceva fino in fondo. Mi dispiace e chiedo scusa ai maestri pasticceri (anche se si tratta di scuse non molto sincere..), ma davvero non posso immaginare di riempire una crostata con le dosi di grassi, trigliceridi e colesterolo che vengono comunemente consigliate! Preparare un dolce non significa necessariamente imporre a noi stessi e ai nostri commensali un momento di assoluto peccato culinario, che verrà espiato solo con ore di passeggiata e lunghe serie di addominali! Preparare un dolce, almeno per me, significa creare un momento di coccola spensierata, di sfizio, di regalo allo spirito e all’umore, senza per questo fare del male a cuore, fegato e arterie! E siccome i dolci mi piacciono un sacco e difficilmente mi accontento di mangiarne una fettina piccola piccola, finisce sempre che stravolgo la ricetta tradizionale e me ne invento una tutta mia, più sana, più light , ma soprattutto, buonissima!! 🙂

E così, ho improvvisato una crema frangipane che ha fatto innamorare sia me che Dade, per consistenza, profumo e delicatezza! Con questa torta sono riuscita a valorizzare al meglio il frutto che ho amato di più in questa calda e bellissima estate: le pesche saturnine! Tenere e profumatissime, queste pesche hanno conferito alla mia crostata una freschezza meravigliosa! Vi dico solo che non sono riuscita a fare una foto della torta tutta intera, perché il suo profumo irresistibile e la voglia di assaggiarne una fetta sono stati più veloci del mio obiettivo! 😉

Ingredienti:

Per la frolla:
170 g di farina 00
75 g di burro freddo
30 g di zucchero semolato
1 tuorlo
3 cucchiai d’acqua fredda
1 pizzico di sale

Per il ripieno:
100 g di mandorle spellate (o granella di mandorle)
70 g di zucchero di canna
45 g di burro fuso
2 uova intere e un albume
20 g di farina 00
1/2 baccello di vaniglia
1 cucchiaio di Marsala secco (o di un vino passito che avete in casa)
2 pesche saturnine tagliate a fettine spesse circa mezzo cm

Preparazione:

Preparare la frolla, sbriciolando con la punta della dita il burro molto freddo e tagliato a dadini, con la farina, lo zucchero e un pizzico di sale, finché non si otterrà un composto sabbioso. Aggiungere il tuorlo d’uovo e circa 3 cucchiai di acqua fredda, e impastare velocemente il tutto. Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e lasciar riposare in frigorifero per almeno 2 ore.

Trascorso questo tempo, stendere la frolla piuttosto sottile (2/3 mm) e adagiarla in uno stampo da crostata rettangolare. Bucherellare il fondo con una forchetta, appoggiare un foglio di carta forno e riempirlo con dei pesi (io uso dei legumi secchi che poi lascio raffreddare e riutilizzo tutte le volte che voglio). Cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per 15 minuti circa. Dopodiché, togliere i pesi e la carta forno, e ripassare la crostata in forno per altri 5 minuti. Sfornare e lasciar intiepidire.

Nel frattempo, preparare il ripieno. In un mixer, unire le mandorle e lo zucchero di canna, frullare fino ad ottenere una farina molto fine e trasferirla in una ciotola. Aggiungere il burro fuso, i semini della vaniglia, un cucchiaio di Marsala secco, la farina e amalgamare il tutto. A parte, sbattere energicamente le uova e l’albume (quello avanzato dalla preparazione della frolla) finché non saranno belle chiare e spumose. Aggiungere le uova al composto di mandorle e mescolare bene, ottenendo una crema liscia e profumata.

Versare il ripieno nel guscio di frolla, arrivando quasi fino all’orlo. Adagiare delicatamente le fettine di pesca, facendole affondare leggermente nella crema, e infornare il tutto a 180° per 30/35 minuti, finché il ripieno sarà bello gonfio e dorato. Sfornare e lasciar intiepidire prima di servire.

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *