I tortelli di zucca di Nonna Dina

Erano anni che lo volevo fare e, finalmente, l’ho fatto! Ho imparato a fare i tortelli di zucca mantovani! Ma non dei tortelli qualunque, fatti con una ricetta qualunque.. No no! La ricetta è quella di nonna Dina, un concentrato di vitalità e mantovanità che per anni mi ha deliziato con le sue preparazioni di pasta fresca all’uovo e che, proprio ieri, mi ha pazientemente trasmesso i segreti di questo piatto tradizionale e assolutamente squisito! Per chi non lo sapesse, i tortelli di zucca mantovani vengono realizzati con un ripieno di zucca (ça va sans dire), amaretti, mostarda di mele, parmigiano e noce moscata. Io li ho adorati dal primo giorno in cui li ho assaggiati, nel lontano febbraio 2009, ma solo ieri ho scoperto che nella ricetta di nonna Dina manca un ingrediente tra quelli previsti dalla tradizione: la mostarda! Nel corso degli anni e delle mie frequentazioni mantovane, ho avuto modo di provare entrambe le versioni e devo ammettere che la ricetta mostarda-free batte, a mio gusto, quella più tradizionale! Detto questo, ieri è stata davvero una giornata splendida, in cui due generazioni molto lontane e molto diverse si sono unite per creare un momento di condivisione e calore, come solo il cibo e la cucina riescono a fare. 

E non sono mancati momenti di ilarità: nonna Dina i tortelli li ha nel sangue e i suoi movimenti sono sciolti, naturali e carichi di esperienza (specie quando maneggia la “canela“, termini dialettale che indica il super mattarello da sfoglina), ma ad una cosa non era certo abituata: avere tra i piedi un fotografo d’eccezione (Dade, ovviamente!) che ogni 3 per 2 diceva “ferma un attimo così”, “sposta un pochino la mano”, “tieni sollevato il cucchiaio”. Insomma, noi ci siamo divertiti un sacco e il risultato è stato al di sopra delle aspettative! Lo sfoglio (come lo chiama nonna Dina) è venuto benissimo, il ripieno era squisito e la soddisfazione che ho provato nel preparare questo piatto è stata davvero indescrivibile!

Quindi, grazie di cuore a nonna Dina per questo regalo prezioso: ci sono tradizioni e gesti che non devono andare perduti. E tocca a noi, giovani di oggi, raccogliere questi piccoli grandi saperi e condirli con un po’ di modernità. Detto questo, ecco la mitica, intramontabile e davvero deliziosa ricetta dei tortelli mantovani di nonna Dina. Non mi dilungherò molto nella preparazione, ma vi lascerò qualche consiglio e qualche trucchetto per ottenere dei tortelli con la “T” maiuscola!

Ingredienti (per 5/6 persone):

Per la sfoglia:
150 g di farina 00
150 g di farina 0
3 uova

Per il ripieno:
600 g di zucca mantovana cotta al microonde con un pizzico di sale
6 amaretti sbriciolati finemente
2 cucchiai di Parmigiano grattugiato
scorza grattugiata di mezzo limone
noce moscata qb

I consigli di nonna Dina:
  1. Una volta pronta, lasciar riposare la sfoglia al fresco per almeno 30 minuti prima di stenderla.
  2. Il ripieno di zucca deve essere bello compatto e non troppo bagnato. Se necessario, aggiungere un pochino di pangrattato per renderlo più asciutto.
  3. Sigillare molto bene i bordi dei tortelli, per evitare che si aprano durante la cottura.
  4. Cuocere i tortelli in abbondante acqua salata: versarli nell’acqua bollente, riportare ad ebollizione e cuocere per circa 5 minuti.
  5. Condire con una salsa di pomodoro (meglio se fatta in casa) e abbondante Parmigiano.

Qui sotto, un piccolo reportage, testimonianza ufficiale del fatto che le mani in pasta ce le ho messe per davvero! 😉

PS: questi tortelli sono ancora più buoni se mangiati riscaldati al forno il giorno successivo.. oggi sono finiti nella mia schiscetta e, per mia somma gioia, ci finiranno anche domani! 🙂

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

2 pensieri su “I tortelli di zucca di Nonna Dina

  1. Alessandro scrive:

    …..devono essere buonissimi…..Sofia me ne ha parlato allo sfinimento 🙂 ma poi se li è mangiati tutti lei!! 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *