Frollini con lavanda e cioccolato fondente

Questa è una storia davvero carina perché mi ha regalato un momento di imbarazzo misto a ilarità in un pomeriggio in cui ero davvero piena di buoni propositi. Ore 15:30: ho appena finito di pranzare (panino take away divorato camminando velocemente.. tristezza..). Sbrigo la commissione che mi imponeva di galoppare per le vie di Trento alla disperata maniera e con un panino in mano, e mi dico: “Ora ti fermi e ti bevi un caffè con calma, magari con un dolcino, per ricaricarti un po’!” (si, ogni tanto fa bene parlare a se stessi.. almeno credo.. io lo faccio spesso.. sarà normale? Vabbè..). Così mi fermo in un baretto che mi sembra carino e adatto per una pausa all’insegna della caffeina e degli zuccheri. Ordino un caffè macchiato e inizio a sbirciare dietro la vetrina dei dolci, in cerca di qualcosa di sfizioso, ma non troppo peso. Nell’angolino in alto a sinistra vedo un vassoietto di biscotti con un bigliettino appoggiato sopra: “Novità! Biscotti con lavanda e cioccolato”. Mi ispirano e ne ordino uno. E mi piace parecchio! Molto friabile, dolce al punto giusto e con un meraviglioso retrogusto di lavanda che rimane in bocca, ma senza essere pervasivo. Mi hanno convinta e azzardo una domanda alla barista: “Scusa, ma in questa frolla avete usato dell’olio essenziale di lavanda per uso alimentare?”. Risposta fredda e seccatissima: “Certo che è per uso alimentare. Sono biscotti. Si mangiano!”. Ok, forse non siamo partite con il piede giusto. Ci riprovo: “Te lo chiedevo per sapere se avete usato dell’olio essenziale o, magari, della polvere ottenuta dalla macinazione dei fiori..”. “No no, abbiamo usato l’olio.. quello commestibile.. ma perché lo vuoi sapere?”. Aiutooooo!! Conto fino a 5 e rispondo: “Perché mi piace cucinare, ho un blog di cucina e vorrei provare a rifare questa ricetta..”. “Aahhh! Bello.. Comunque si, abbiamo usato dell’olio essenziale.. però non so dove si compri.. blablabla“. E così, con qualche esitazione iniziale, ho appurato quale fosse l’ingrediente lavandoso contenuto in quei biscotti e mi sono subito incamminata verso l’erboristeria più vicina dove, udite udite, ho acquistato una boccetta di olio essenziale di lavanda purissimo e.. commestibile!! 😉

Ingredienti:

150 g di farina di farro bio
150 g di farina 00 bio
120 g di zucchero
100 g di burro freddissimo
1 uovo intero e un tuorlo bio
6/7 gocce di olio essenziale di lavanda purissimo ad uso alimentare
50 g di cioccolato fondente al 70% tritato finemente
1/2 cucchiai di acqua fredda

Preparazione:

In una ciotola, riunire le farine e il burro a pezzetti. Con la punta delle dita, formare delle briciole di impasto (la cosiddetta sabbiatura), facendo sì che il burro venga completamente assorbito dalla farina. Aggiungere lo zucchero, il cioccolato e mescolare velocemente. Unire anche le uova, 6/7 gocce di olio essenziale di lavanda, e impastare il tutto (aggiungere 1 o 2 cucchiai di acqua molto fredda solo se necessario a formare un panetto compatto e liscio). Avvolgere la frolla nella pellicola trasparente, riporla in frigo e lasciar riposare per almeno un paio d’ore (o per tutta la notte).

Togliere la frolla dal frigo e stenderla con l’aiuto di un mattarello allo spessore di circa 6/7 mm. Ritagliare i biscotti e cuocere in forno pre-riscaldato a 170/180° per circa 15 minuti. Lasciar raffreddare e gustare con una bella tazza di the fumante. 🙂

  biscotti lavanda 3

biscotti lavanda 2

biscotti lavanda 4

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

2 pensieri su “Frollini con lavanda e cioccolato fondente

  1. Martina Feller scrive:

    Molto carini ed invitanti penso che molto presto proverò anche io a rifarli, magari questa primavera tengo i fiori della lavanda che ho nell’orto e la secco. Brava Martina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *