Da “La Buona Terra” nasce l’olio buono!

Eccomi rientrata dall’entusiasmante trasferta nelle meravigliose terre umbro-toscane! Sono stati giorni intensi, densi di relazioni e scoperte, giorni in cui ho imparato e condiviso moltissimo, e in cui la passione per il cibo e per le cose buone, quelle che nascono dalla terra solo dopo che quella terra l’hai curata, amata e ti ci sei dedicato con tutto te stesso, ha arricchito ogni pasto e ogni chiacchierata. Ma non mi sono limitata alle parole, alle foto e alla ginnastica mandibolare.. Sono tornata a casa con un obiettivo ben preciso: raccontare (in una piccola serie di post) quello che ho imparato, descrivere i prodotti che ho scoperto e subito amato, condividere le deliziose ricette che con questi prodotti preparerò nelle prossime settimane. E voglio partire dal prodotto che più mi ha entusiasmata, perché di quel prodotto ho visto tutto, dalla raccolta del frutto al confezionamento del prodotto finito, e perché, anche se per poche ore, quel prodotto l’ho fatto con le mie mani: l’olio extra vergine d’oliva della fattoria La Buona Terra di Passignano sul Lago Trasimeno.

Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Biscotti, frollini e cookies per un’occasione speciale..

Siamo quasi pronti! Domani mattina all’alba, io e due colleghi freelance partiamo per una trasferta di 4 giorni nelle bellissime terre toscane e umbre. Obiettivo: conoscere alcune realtà molto interessanti e molto attive nel settore foodie, con cui gettare le basi per future collaborazioni all’interno di progetti a tema cibo e simili che vogliamo realizzare nei prossimi mesi. L’entusiasmo è alle stelle, la voglia di scoprire pure, ma si sa: non ci si presenta a casa d’altri a mani vuote, e alla sottoscritta è stato affidato il graditissimo compito di preparare qualche regalino culinario per deliziare i nostri amici umbro-toscani. Scartata l’ipotesi di preparare un chilo e mezzo di cantucci, ho dovuto scegliere un valido assortimento di dolcetti che potesse soddisfare tutti i gusti e regalare un piacevole ricordo ai fortunati destinatari. E allora, ho optato per i recentemente scoperti frollini con lavanda e cioccolato, per dei biscottini con limone e farina di polenta (i preferiti di Dade e di un caro amico che ne ha divorati una decina in 2’17”, mentre la sottoscritta si era inavvertitamente assopita.. vero Teo!?), dei cioccolatosissimi cookies profumati allo zenzero (si sa, il cioccolato mette tutti d’accordo.. e pure lo zenzero, direi..), e dei friabilissimi frollini con farina di mandorle, cannella e un ingrediente speciale, che arriva dritto dritto da uno dei nostri foodie-partner trentini: la confettura di ciliegie bio del Mas del Gnac (di Gruppo78). Per completare il tutto, qualche pan di zucca per ricompensare noi tre moschettieri del giuramento di resistere alla tentazione di spacchettare tutti sti sacchettini e saccheggiarne il contenuto!

Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail