Biscotti marocchini e… il ricevimento nuziale!

La scelta del menù, del numero di portate, della location, dello stile dell’allestimento e dell’assegnazione dei posti è comunemente fonte di lunghe riflessioni, discussioni, ricerche di compromessi e tentativi di fare contenti tutti gli invitati o, quanto meno, la maggior parte di essi. Negli ultimi anni, abbiamo preso parte a molti matrimoni di amici e parenti, alcuni realizzati in splendide ville di campagna, con menù sontuosi e grandi tavole rotonde allestite in modo impeccabile. Tutti hanno seguito più o meno il seguente schema: dopo la cerimonia, mentre gli sposi sono a fare le foto, gli invitati si recano al luogo del ricevimento, dove vengono accolti da un meraviglioso banchetto imbandito con ogni ben di Dio, che funge da antipasto (ma che per ricchezza e varietà potrebbe sostituire il pranzo completo!). Poi arrivano gli sposi e da lì a poco ci si sposta tutti in sala, dove ha inizio il pranzo vero e proprio. E qui la bravura sta nell’evitare che gli invitati rimangano seduti per ore e ore, limitandosi a muovere incessantemente la mascella. Balli, scherzi e giochi agli sposi sono, in questi casi, ottimi modi per spezzare la monotonia della ginnastica mandibolare. Facendo tesoro delle esperienze e delle scelte altrui, e volendo organizzare qualcosa che più si avvicinasse ai nostri gusti e alla nostra idea di festa di matrimonio, abbiamo optato per qualcosa di completamente diverso da quanto da noi visto fino a questo momento. Tutto il banchetto nuziale, dall’antipasto, ai primi, ai secondi, viene presentato come un grandioso buffet, da cui ciascun commensale può attingere secondo il proprio appetito e i propri gusti. In questo modo, tutti i palati potranno trovare soddisfazione, e se qualcuno rimarrà scontento non sarà certo per colpa del menù! Come location abbiamo scelto il bellissimo giardino di Prime Rose con vista sul lago di Levico. Abbiamo avuto la fortuna di incappare in questo locale fin dalle primissime ricerche ed è stato amore a prima vista! La scelta è poi stata ulteriormente confermata dalla disponibilità e professionalità di Emanuela, fin da subito preziosissima e gentilissima consigliera! Per noi, quindi, una location fresca, informale, pensata per godersi la compagnia di amici e parenti senza i vincoli dei posti a sedere. Una scelta che ci ha entusiasmati fin dal primo momento e che speriamo abbia fatto contenti la maggior parte di coloro i quali vi hanno partecipato! Per rendere il tutto ancora più piacevole e movimentato, abbiamo creato delle playlist ad hoc, una per il sottofondo e una per la pista da ballo: ci è voluto un po’ di tempo e non poche ricerche, ma ci siamo divertiti da matti e mai come in questo periodo ci siamo ritrovati a ballare in salotto o persino seduti davanti al pc! 😉

Ma passiamo alla ricetta che vi consiglio di preparare con le noci contenute nel vostro vasetto e che, per inciso, abbiamo sgusciato per voi con tanto amore e pazienza! 😉 Per voi, abbiamo scelto dei semplicissimi dolcetti di origine marocchina che ci hanno conquistato per il loro gusto delicato e per la consistenza friabilissima e leggera! Sono ottimi da gustare la mattina, con una bella tazza di the, oppure come coccola nel dopocena perché, essendo velocissimi da preparare, sono perfetti se scoprite solo alle 20 di avere ospiti in arrivo nel giro di un’ora! 🙂

Ingredienti (per circa 20 biscotti):

100 g di farina 0
50 g di burro freddo tagliato a dadini
50 g di zucchero semolato
50 g di gherigli di noce
1 tuorlo
una punta di cucchiaino di lievito per dolci
una manciata di mandorle spellate

Preparazione:

In una ciotola, unire la farina con il lievito, lo zucchero, il burro a dadini e impastare velocemente con la punta delle dita fino ad ottenere un composto sabbioso. Tritare le noci in un mixer per ottenere una farina e aggiungerla al composto appena preparato. In ultimo, unire il tuorlo d’uovo e impastare ancora, finché la frolla non risulterà ben compatta e omogenea. Ungere leggermente le dita con dell’olio di semi (passaggio facoltativo), prelevare un pezzetto di impasto e formare una pallina delle dimensioni di una piccola noce (non esagerate con le dimensioni perché la frolla, contenendo un pizzico di lievito, tenderà a gonfiarsi in cottura). Adagiare il dolcetto su una placca da forno rivestita di carta forno e procedere così fino ad esaurimento degli ingredienti. Completare i biscottini premendo delicatamente sulla superficie di ciascuno una mandorla. Cuocere in forno pre-riscaldato a 170/180° per 10/15 minuti: tempi e temperature dipendono molto dal vostro forno. In ogni caso, sfornate i biscotti quando non sono ancora dorati in superficie e lasciateli raffreddare prima di toccarli (appena sfornati sono incredibilmente morbidi e fragili!).

biscotti marocchini_3

biscotti marocchini_1

PS: Se decidete di raddoppiare la dose dei biscotti, vi consiglio di utilizzare un uovo intero e non 2 tuorli. Inoltre, potete rendere gluten free questi dolcetti sostituendo la farina 0 con la farina di riso o con l’amido di mais: il risultato è comunque garantito!

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *