Risotto cremoso con salmone affumicato e.. buon 2017 a tutti!

Rieccomi finalmente! Che bellezza questo momento! Sono mesi che non scrivo e se tra matrimonio, viaggio di nozze, lavoro sempre più impegnativo in termini di trasferte e trasloco imminente, ho “giustamente” ritenuto di non avere molto tempo per fotografare e scrivere, beh, ammetto che questo angolino di web tutto mio mi è mancato moltissimo! Anche perché in casa Gandurra non sono mancati pranzi, cene e merende da leccarsi i baffi! Sono, però, stati mesi ricchi di studio e lettura, dove ho dato molto spazio (più di quello che do di solito) all’approfondimento di temi legati all’alimentazione sana, al perché ci sono dei cibi che vanno bene e altri che non fanno bene (concentrandomi sulla ragione chimico-scientifica che sta dietro alle affermazioni che circolano come mine vaganti in ogni dove sul web e fuori dal web), a quali sono i periodi della vita in cui abbandonare certe abitudini culinarie, e a come farsi del bene attraverso il cibo, ossia la medicina che, consapevolmente o meno, introduciamo nel nostro corpo almeno tre volte al giorno. In sintesi, quindi, ho letto, sfogliato, linkato, scaricato una valanga di materiale, ho cucinato un sacco, ho fotografato pochissimo, ho scritto niente. E così oggi ricomincio, con una ricetta che adoro, che mi fa stare bene e il cui spunto nasce dalla cena di capodanno, quando due carissimi amici, Francesca e Stefano, ci hanno invitati a casa loro per festeggiare le ultime ore dell’intenso e impegnativo 2016.Prima di lasciarvi alla ricetta, che sono certa vi conquisterà, voglio riportarvi le parole di un’amica preziosa, Giselle, con cui negli ultimi mesi dello scorso anno ho condiviso moltissimo e che ha sempre saputo essere presente nel modo giusto e con l’empatia e dolcezza che la contraddistinguono. Per me, hanno rappresentato il miglior augurio per questo nuovo anno, che mi aspetto ricco, emozionante, carico di sorprese ed evoluzioni. E quindi, ora, le dedico io a voi che leggete, con un augurio dal profondo del cuore che tutti i vostri sogni e aspirazioni possano avverarsi!

“In numerologia, il 2017 è l’anno 10 e significa Potente Inizio. Il 2016 è stato un anno di purificazione, un anno di chiusura, un anno faticoso per molti di noi. Si preannuncia un anno costellato di novità, energia esplosiva e incontrollabile, di risveglio e di riconoscimento del fatto che siamo noi la sorgente della luce, della conoscenza, dell’amore. Se l’anno appena passato ha segnato la fine di un’era, questo che viene preannuncia la dissoluzione di tutte le illusioni in modo radicale e inaspettato.”

Ingredienti (per 2 persone):

170 g di riso Carnaroli o Vialone Nano*
50 g di salmone affumicato
60 g di robiola fresca
brodo vegetale qb
1/2 scalogno
1 cucchiaio di olio
aneto/erba cipollina qb
pepe rosa

* Da diversi mesi, uso il riso biologico integrale o semi-integrale della Corte Bà di Trevenzuolo – Verona, fornitoci dal GAS di cui facciamo parte, e ne siamo letteralmente innamorati!

Preparazione:

Per prima cosa, preparare il brodo vegetale nella maniera che più preferite (con verdure fresche – sedano, carote, cipolla – fatte bollire in acqua salata, oppure con un cucchiaino da the di brodo granulare vegetale, possibilmente biologico, per litro d’acqua). In una casseruola, unire l’olio con lo scalogno tritato finissimo e far rosolare a fuoco dolce per un minuto circa. Aggiungere il riso e farlo tostare per almeno 2 minuti. Iniziare ad aggiungere il brodo e continuare a mescolare, portando avanti la cottura del risotto (se vi è avanzato un buon vino bianco dalle Feste, potete usarlo per sfumare il riso prima di aggiungere il brodo, aspettando che sia completamente evaporato prima di aggiungere altri liquidi). Nel frattempo, tagliare l’80% del salmone in striscioline da circa 2*1 cm, e il restante in pezzetti piccoli piccoli (serviranno per la guarnizione finale). A cottura ultimata, spegnere il fuoco, unire le striscioline di salmone, la robiola, qualche ciuffetto di aneto e una grattatina di pepe rosa. Mescolare il tutto energicamente, aggiungendo se necessario un goccio di brodo per rendere il tutto bello cremoso. Servire, completare ogni piatto con i pezzettini di salmone avanzati e lasciare che le vostre papille gustative emettano il verdetto! 😉

 dscf3186
dscf3189
Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *