Rotolo ai pistacchi e cioccolato bianco per una festa speciale!

Eh vabbè.. se guardo la data dell’ultimo post pubblicato mi viene male: sono passati 5 mesi! Un record di assenza! E, in effetti, ho ricevuto diverse lamentele al riguardo.. Però ho una giustificazione validissima, oltre che meravigliosa! Da qualche mese, nel mio corpo non c’è più un solo cuore che batte, bensì due: il mio, appena appena più accelerato del solito, e uno piccolo piccolo, che però viaggia a 140 battiti al minuto! E così faccio un po’ di coming out e vi dico che sono da poco entrata nel settimo mese di gravidanza e che mentre scrivo queste righe il mio pancino, ormai tondo e bellissimo, si muove in su e in giù, a destra e a sinistra, sotto le spinte, calcetti e capriole di un esserino che al momento pesa meno di un chilo, ma che ama farsi sentire e fare tanta compagnia alla sua mamma! A volte mi sembra di avere letteralmente un pesciolino nel ventre, tanto sono fluidi, rapidi ed energici i suoi movimenti! Ma perché manco da così tanto da questo blog? Beh, diciamo che i primi mesi di gestazione non sono stati dei più semplici. Ho sofferto di iperemesi fino al quarto mese di gravidanza e per tutto questo tempo il poco che mangiavo (e che comunque non riuscivo a trattenere) consisteva in pastina/riso bollito, patate lesse, fette biscottate/crackers, pochissima verdura, e pochissimo altro. Sono stata tre mesi chiusa in casa, tra letto e divano, parecchio debilitata. Poi però le settimane sono andate avanti e, con l’arrivo dell’estate, questo malessere se n’è andato, regalandomi un quinto e sesto mese meravigliosi! Mi sono ritrovata piena di energie, con l’umore alle stelle, una persona completamente nuova e rigenerata! È stato proprio in agosto, la sera prima dell’ecografia morfologica, che abbiamo sentito i movimenti della nostra creatura per la prima volta! È stata un’emozione indescrivibile! In quel periodo ho ricominciato a mangiare in modo più regolare, sempre con pasti leggeri e porzioni non troppo abbondanti (anche perché non ho mai avuto una voglia e nemmeno ho percepito un aumento del mio normale appetito), seguendo in modo piuttosto scrupoloso le indicazioni dell’OMS circa l’alimentazione in gravidanza e spulciando qualche ricetta da uno dei libri che più ho amato in questi mesi: “Noi ci vogliamo bene”, di Marco Bianchi (ricercatore della Fondazione Umberto Veronesi). Di fatto, quindi, complice anche il caldo estivo, la mia dieta è stata molto semplice, sanissima, con tante verdure e piatti unici a base di cereali e legumi, frutta fresca e secca, qualche pizza fatta in casa e qualche biscottino o quadretto di cioccolato fondente qua e là! 😉

È stato poi a settembre che si sono presentate alcune occasioni degne di una ricetta un po’ più sfiziosa ed elaborata. Settembre, per me e Dade, è un mese magico: festeggiamo entrambi i nostri compleanni, l’anniversario di matrimonio e pure l’anniversario di quando, ormai 9 anni fa, ci siamo conosciuti e innamorati! Insomma, un tripudio di gioia ed emozioni, che quest’anno abbiamo vissuto in modo ancora più intenso e profondo! Per il compleanno di Dade, ho quindi pensato di preparare un dolce nel suo stile: morbido e cremoso, possibilmente senza troppo cioccolato fondente. Ho scelto di realizzare un rotolo farcito con cioccolato bianco e crema di pistacchi, che abbiamo gustato assieme alla sua famiglia e alla sua nonnina, che per primo aveva preparato i mitici tortelli di zucca! La ricetta è stata molto apprezzata e l’ho ulteriormente perfezionata qualche giorno fa, per una cena tra amici (anche se per loro ho variato un pochino la farcitura: non essendo più la festa di Dade, mi sono sfogata col cioccolato fondente! 😀 ).

Con le dosi riportate sotto, si ottiene un rotolo bello grande, sicuramente adatto per una decina di persone (quello che vedete in foto è esattamente metà del rotolo totale). La ricetta sembra lunga, ma non è per niente complicata, promesso! Sfruttando bene i tempi morti della cottura del pan di spagna e del suo raffreddamento, in un’oretta e mezza massimo il dolce è pronto e la cucina ripulita! 😉

Ingredienti:

Per il pan di spagna:
4 uova bio
120 g di zucchero semolato
120 g di farina 0 (oppure 60 g di farina 0 e 60 g di fecola di patate)
un pizzico di sale

Per la farcitura:
100/150 g di crema di pistacchi (io ne ho presa una pronta, fatta con pistacchi di Bronte della marca Pistì – si trova vicino alla crema di nocciole al supermercato)
150 ml di panna fresca
50 g di cioccolato bianco
i semini di mezzo baccello di vaniglia

Per la glassa:
100 g di cioccolato bianco
50 ml di panna fresca
2 cucchiai di pistacchi al naturale (a cui sarebbe carino togliere la pellicina esterna)
crema di pistacchi qb

Preparazione:

Per prima cosa, preparare il pan di spagna. In un’ampia ciotola, montare le uova con lo zucchero aiutandosi con delle fruste elettriche per una decina di minuti: è noioso, lo so, ma se non si ha a disposizione una planetaria, questo è il tempo necessario per ottenere un composto bello gonfio e spumoso. Incorporare la farina e il pizzico di sale, mescolando molto delicatamente dal basso verso l’alto con una spatola in silicone, assicurandosi che non ci siano resti di farina sul fondo della ciotola. Rivestire una teglia da forno rettangolare (la mia misura 40*25 cm), trasferire il composto, livellarlo bene e cuocere in forno statico e pre-riscaldato a 180° per circa 15 minuti (tenetelo d’occhio verso fine cottura: deve risultare dorato, ma non troppo scuro). Ovviamente, se usate una teglia più piccola, potete ridurre le dosi del pan di spagna, affinché non vi risulti troppo alto: le proporzioni sono 30 g di zucchero e 30 g di farina per ciascun uovo.

Trasferire il pan di spagna ancora caldo assieme alla carta da forno sopra un canovaccio pulito. Coprire con un altro foglio di carta da forno (passaggio facoltativo che in molte ricette non dicono di fare, ma che io ho preferito eseguire per scongiurare brutte sorprese), e arrotolare partendo dal lato lungo del rettangolo in modo molto delicato, lasciando il tempo al pan di spagna di prendere la forma desiderata. Lasciar raffreddare ben avvolto nel canovaccio.

Nel frattempo preparare la farcitura. Sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria o nel microonde: nel primo caso, abbiate cura di non far mai bollire l’acqua nel pentolino su cui poggia la ciotola col cioccolato; nel secondo caso, invece, usate una temperatura bassa e procedete per step di 30 secondi circa, mescolando ogni volta. A parte, montare la panna ben fredda (deve uscire dal frigorifero il secondo prima di essere montata) senza che risulti troppo soda: deve risultare morbida e soffice. Un altro consiglio è di usare una ciotola di vetro e non di plastica: la panna si monterà meglio e più in fretta! Aggiungere i semini di vaniglia al cioccolato sciolto e, quando si sarà intiepidito, unirlo alla panna montata, incorporandolo delicatamente con una spatola per non smontare il composto.

La prima volta che ho fatto questo dolce, non ho bagnato il pan di spagna prima di farcirlo e il risultato è stato un pochino asciutto. Quindi, la seconda volta, ho preparato uno sciroppino velocissimo facendo scaldare sul fuoco mezzo bicchiere d’acqua con mezzo cucchiaio di zucchero, finché quest’ultimo non si è sciolto, e ho usato questa bagna per inumidire leggermente il pan di spagna, aiutandomi con un pennello da cucina. Per farlo, occorre ovviamente srotolare il rotolo formato precedentemente: fatelo con delicatezza per evitare che si formino delle crepe!

A questo punto, spalmare un generoso strato di crema di pistacchi su tutta la superficie del pan di spagna e completare la farcitura con la panna aromatizzata al cioccolato bianco e vaniglia, tenendovi 2/3 cm dentro i bordi. Aiutandosi con la carta forno, arrotolare nuovamente il dolce e trasferirlo sul piatto da portata.

Preparare la ganache di cioccolato bianco: scaldare la panna, senza però portarla ad ebollizione. Versarla sul cioccolato bianco precedentemente tritato grossolanamente e mescolare finché si sarà bel sciolto. Lasciar raffreddare almeno 10 minuti, dopodiché cospargerla sopra il rotolo, lasciandola colare dai lati. Completare con qualche cucchiaino di crema di pistacchi e qualche pistacchio fresco tritato.

rotolo_3

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *