Focaccia al rosmarino di Anna

Che latitanza infinita.. sono quasi 2 mesi che non scrivo una ricetta! Inutile dire che, complici le festività natalizie, pranzi con genitori e parenti, merende golose e sperimentazioni varie, il tempo che ho passato dietro i fornelli e con le mani in pasta non si misura in ore, ma in giorni! Sarà anche per questo che le occasioni per trasferire le mani dalla ciotola alla tastiera sono state davvero poche.. Comunque, bando alle scuse e alle ciance! Oggi ritorno su questo blog super carica ed entusiasta della ricetta che ho preparato stamattina: focaccia di farro al rosmarino! Non mi sono rincretinita (giuro!) e so benissimo che questo titolo non rende giustizia al sofficissimo impasto che si sta dorando nel forno, proprio ora, mentre scrivo. Avete presente quando una nonna, una zia, la mamma o un amico, nel raccontarvi una ricetta, ad un certo punto dice: “Beh, e poi ovviamente ci va il mio ingrediente segreto..” e voi lì, impalati, a chiedervi: “Embè!? Me lo confessi o no sto ingrediente segreto!?”? Benissimo, sappiate che in questa focaccia un’ingrediente segreto c’è ed è un super ingrediente! E poiché siamo tutti molto social e ci piace tanto fare sharing di qualunque cosa (a me non troppo, ma sorvoliamo..), io l’ingrediente segreto ve lo confesso subito, senza manco pensarci un secondo: è l’acqua! Ed è un’acqua che arriva da lontano e che racchiude dentro di sé una storia bellissima! Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Da “La Buona Terra” nasce l’olio buono!

Eccomi rientrata dall’entusiasmante trasferta nelle meravigliose terre umbro-toscane! Sono stati giorni intensi, densi di relazioni e scoperte, giorni in cui ho imparato e condiviso moltissimo, e in cui la passione per il cibo e per le cose buone, quelle che nascono dalla terra solo dopo che quella terra l’hai curata, amata e ti ci sei dedicato con tutto te stesso, ha arricchito ogni pasto e ogni chiacchierata. Ma non mi sono limitata alle parole, alle foto e alla ginnastica mandibolare.. Sono tornata a casa con un obiettivo ben preciso: raccontare (in una piccola serie di post) quello che ho imparato, descrivere i prodotti che ho scoperto e subito amato, condividere le deliziose ricette che con questi prodotti preparerò nelle prossime settimane. E voglio partire dal prodotto che più mi ha entusiasmata, perché di quel prodotto ho visto tutto, dalla raccolta del frutto al confezionamento del prodotto finito, e perché, anche se per poche ore, quel prodotto l’ho fatto con le mie mani: l’olio extra vergine d’oliva della fattoria La Buona Terra di Passignano sul Lago Trasimeno.

Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail