Il mio muesli: versione 3.0

Io amo il muesli! In generale, amo tutto ciò che è piccolo e scrocchiarello (ho un’anima da roditore a quanto pare!). Ricordo che i primi anni in cui stavo con Dade, andavamo pazzi (letteralmente pazzi) per il muesli ViviVerde Coop con uvetta, scaglie di cocco, banane disidratate e non ricordo cos’altro. Però era una passione pericolosa, perché i 375 g contenuti nella confezione rischiavano di durare solo poche ore, nei pomeriggi di studio o nelle serate sul divano davanti a un buon film. Così, consapevole del fatto che quel dannato (e al tempo stesso amato) muesli mi faceva perdere il controllo sul mio personale senso di sazietà, ho deciso di non comprarlo più: una decisione drastica a ripensarci, ma tant’è! Per anni nessuna confezione di muesli ha più varcato le antine della nostra dispensa, finché qualche mese fa, sotto la spinta di un democratico e spontaneo istinto di trasgressione, ho acquistato una confezione proprio del muesli ViviVerde Coop, questa volta senza olio di palma (non sia mai!). Beh, dilusione di diludendo, non era più, nemmeno lontanamente, buono come quello di 4/5 anni prima! E mi spiace dirlo, perché la versione attuale è sicuramente più sana rispetto alla precedente, ma sta di fatto che non ci è piaciuto proprio per niente e così, non essendo soddisfatta delle versioni commerciali e al tempo stesso sane, è scattata la decisione di produrre in casa anche il muesli! Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Muffins fondenti e… il viaggio di nozze!

Molto spesso il viaggio di nozze viene considerato un po’ come l’ultimo viaggio della coppia, prima di dedicarsi alla procreazione e, di conseguenza, a viaggi molto più modesti in termini di spesa, durata, distanza e meta. Sull’onda di queste motivazioni (e forse di tante mode passeggere), le mete più ricercate sono o estremamente esotiche o estremamente occidentali (New York è stata la costante di almeno 5 viaggi di nozze di coppie di amici e conoscenti). Noi, fin da subito, avevamo ben chiaro cosa volere dal nostro viaggio di nozze: tanto relax, tanto mare, tanta natura e passeggiate, pochissime rotture nella fase preparatoria. All’inizio le alternative erano due: Portogallo o Grecia. Con un po’ di ricerche e dopo aver sentito parlare in modo assolutamente entusiastico del Portogallo, abbiamo felicemente optato per questa destinazione! Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Pancakes con farina di castagne

Coccolarsi fin dal mattino è un ottimo modo per iniziare la giornata col piede giusto! Per me la colazione è il pasto più importante, quello che mi gusto di più e in cui amo concedermi qualche dolcino, rigorosamente homemade. La ricetta di oggi, oltre che dalla mia personale curiosità di sperimentare qualcosa di nuovo, nasce dall’esigenza di finire un pacco di farina di castagne biologica che ho acquistato e aperto qualche settimana fa e che vorrei consumare prima dell’arrivo dell’estate e del grande caldo. Così ho messo in moto i criceti del mio cervello e ho pensato a 2/3 ricettine super sfiziose per svuotare il suddetto pacco. La prima è semplicissima, ma dal risultato garantito: pancakes con farina di castagne e un goccio di sciroppo d’acero! Buonissimi! Io li ho mangiati con una generosa colata di sciroppo, mentre Dade ha preferito la crema di nocciole (non dico Nutella perché qui da noi la crema di nocciole è rigorosamente o Novi o equosolidale o homemade). Comunque decidiate di gustare queste soffici focaccine, l’idea di realizzarle con dei mix di farine diversi e originali è sicuramente vincente! Quindi, divertitevi e buona colazione a tutti! 😉

Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Cake con mele, acero e nocciole

Due cose sono ufficiali: 1) la primavera è arrivata, portando con sé meravigliose fioriture, cieli tersi, uccellini cinguettanti, le prime farfalle bianche e gialle, aria frizzante e tante, tante aspettative per questa nuova e bella stagione! 2) Adoro i plumcake! E forse, a scorrere le pagine di questo blog, si era capito! 😉 Sono dolci semplici, veloci da preparare, genuini (beh, i miei lo sono.. quelli che prevedono l’uso improprio di chili di burro e olio di semi vari lo sono decisamente meno..), soffici e, soprattutto, si prestano a mille varianti: basta liberare la fantasia o aprire la dispensa in cerca di qualche ingrediente sfizioso per creare ogni volta un dolcino diverso, perfetto per la colazione, per la merenda o per lo spuntino delle 11 di sera (non spesso, ma a volte lo faccio!). Ah, forse (anzi, sicuramente) c’è una terza cosa ufficiale: ho una super voglia di tornare a scrivere su questo blog, e di farlo spesso! Sono state settimane parecchio pesanti, sotto tanti punti di vista, in cui ho cucinato molto, per me, per il mio compagno, per i miei amici.. Ma qualcosa mi ha sempre frenato dall’impugnare la macchina fotografica dopo aver impiattato una cena squisita o una merenda super golosa. Forse si è trattato di pigrizia e indolenza dovuta al difficile periodo che stavo passando, forse ero solo insofferente e demotivata da una lunga serie di delusioni che si sono susseguite in poco tempo. Ma oggi ho voglia di invertire la rotta, di riappropriarmi di quei piccoli gesti che mi fanno stare bene, e scrivere su questo blog, cucinare sapendo che poi scatterò una foto alla mia preparazione, sono tra questi gesti. Quindi, eccomi di nuovo in carreggiata, con una ricettina semplice e perfetta per consumare le ultime mele della stagione (sì, lo so che le troviamo sui banchi del mercato tutto l’anno, ma la loro stagione sta volgendo al termine ed è ora di rivitalizzare il cesto della frutta con le altre primizie che la natura ci offre!) Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Plumcake al cappuccino

Per la rubrica “un dolce risveglio”, ecco un’idea veloce da realizzare e perfetta per la prima colazione o, come nel mio caso, per non presentarmi a mani vuote a casa di una zia acquisita che spesso mi invita a bere un caffè il sabato mattina. E proprio per rimane in tema caffè, ho improvvisato questa ricettina, fatta con gli ingredienti di un super classicone delle colazioni italiane: il cappuccino! Sorvolando sul fatto che io non lo bevo quasi mai (la colazione la faccio sempre a casa e al bar ci vado solo qualche volta per un caffè al volo), il cappuccino perfetto per me deve essere fatto con una moderata quantità di latte, 1/2 kg di schiumina montata ben ferma, e una leggera spruzzatina di cacao (che ci sta sempre tanto bene!). Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail