Rotolo ai pistacchi e cioccolato bianco per una festa speciale!

Eh vabbè.. se guardo la data dell’ultimo post pubblicato mi viene male: sono passati 5 mesi! Un record di assenza! E, in effetti, ho ricevuto diverse lamentele al riguardo.. Però ho una giustificazione validissima, oltre che meravigliosa! Da qualche mese, nel mio corpo non c’è più un solo cuore che batte, bensì due: il mio, appena appena più accelerato del solito, e uno piccolo piccolo, che però viaggia a 140 battiti al minuto! E così faccio un po’ di coming out e vi dico che sono da poco entrata nel settimo mese di gravidanza e che mentre scrivo queste righe il mio pancino, ormai tondo e bellissimo, si muove in su e in giù, a destra e a sinistra, sotto le spinte, calcetti e capriole di un esserino che al momento pesa meno di un chilo, ma che ama farsi sentire e fare tanta compagnia alla sua mamma! A volte mi sembra di avere letteralmente un pesciolino nel ventre, tanto sono fluidi, rapidi ed energici i suoi movimenti! Ma perché manco da così tanto da questo blog? Beh, diciamo che i primi mesi di gestazione non sono stati dei più semplici. Ho sofferto di iperemesi fino al quarto mese di gravidanza e per tutto questo tempo il poco che mangiavo (e che comunque non riuscivo a trattenere) consisteva in pastina/riso bollito, patate lesse, fette biscottate/crackers, pochissima verdura, e pochissimo altro. Sono stata tre mesi chiusa in casa, tra letto e divano, parecchio debilitata. Poi però le settimane sono andate avanti e, con l’arrivo dell’estate, questo malessere se n’è andato, regalandomi un quinto e sesto mese meravigliosi! Mi sono ritrovata piena di energie, con l’umore alle stelle, una persona completamente nuova e rigenerata! Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

White-muffins con lamponi e… il vestito della sposa!

Abbastanza fiduciosa del fatto che poco vi interessi del completo dello sposo (che, per inciso, io adoro!), vado dritta al sodo, all’argomento scottante, al tema su cui spesso si riversano le maggiori aspettative nella preparazione di un matrimonio: il vestito della sposa! L’aggettivo che più si accompagna ad ogni abito da sposa è “semplice”. E anche il mio è un vestito semplice, ma sopra ogni altra cosa il mio vestito è MIO! E lo è perché di quel vestito ho fatto tutto: dallo schizzo del figurino, ad ogni singolo punto di macchina da cucire o di orlo a mano! Ma partiamo dal principio. Nel maggio/giugno del 2015 ho frequentato un corso di cucito base presso la Scuola di Moda Gadotti di Trento. Nel corso abbiamo imparato a fare diversi tipi di punti a mano, a cucire le cerniere, a fare gli orli. E ho presto scoperto che il cucito mi piaceva parecchio, ma soprattutto mi piaceva l’idea di poter confezionare dei capi unici e solo miei. Così ho seguito altri corsi, dal busto femminile alla gonna, dalla maglina al busto avanzato. E nei primi mesi del 2016, con alle spalle la sola esperienza di un vestitino invernale e di una giacchina stile Chanel, mi sono cimentata nel progetto più bello ed emozionante: la creazione del mio abito da sposa! Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Cookies bianchi e rossi e… partecipazioni, confetti e bomboniere!

Come per qualsiasi cosa che graviti attorno al magico e speculativo mondo del matrimonio, nel momento in cui si deve scegliere lo stile delle partecipazioni, le alternative che entrano in campo sono pressoché infinite. E come fare a districarsi in questo garbuglio di cartoncini, carta patinata, nastrini e fiocchetti? Semplice: scegliere lo stile che più ci si addice e liberare un po’ di creatività. Amiamo i colori caldi, amiamo e rispettiamo l’ambiente, io amo scrivere e ho una calligrafia molto apprezzata dai più, Davide è preciso e rigoroso nelle misure. Traduco? Abbiamo creato dei bigliettini arancioni di carta riciclata, ritagliati, piegati e scritti a mano con pazienza e amore, nella speranza di consegnarli solo a persone capaci di essere felici per noi e di partecipare alla gioia del nostro giorno. Missione compiuta? Speriamo di si, e in ogni caso i bigliettini erano davvero delle chicche! Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Muffin black&white per tirarsi su..

Avete presente la citazione che introduce la Gallery di questo blog? Beh, se ve la siete persa, fateci un salto.. Spessissimo per me, mettermi dietro i fornelli o, come dice qualcuno, mettere le mani in pasta, non è solo un modo per esprimere creatività e per fare una coccola alle pance altrui (oltre che alla mia, ovviamente..). Cucinare finisce spesso per essere anche qualcosa di terapeutico, un modo per ritagliarsi uno spazio di piccole certezze, fatte di saperi acquisiti nel tempo, di gesti familiari e naturali. Ecco, quindi, che dopo una giornata decisamente inquieta, la cosa più bella è stata abbandonare il confortevole abbraccio del mio povero divano, infilarsi il grembiule, e improvvisare una ricettina semplice semplice, ma che ha centrato appieno l’obiettivo di farmi staccare e di regalarmi un momento di calma e consapevole sicurezza. E poi, cosa funziona meglio del cioccolato per addolcire ed allietare gli animi sconfortati? Detto questo, prometto che il prossimo post avrà per protagonista una preparazione salata, che qui, a suon di dolci, rischiamo di compromettere i nostri sempre impeccabili valori glicemici! 😉

Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Torta di compleanno con cioccolato bianco, limone e lamponi

Oltre un mese di latitanza da questo blog.. che vergogna! In realtà, le ragioni che mi hanno “distratta” da queste pagine sono tante, una più bella dell’altra! Vi dico solo che sto vivendo un periodo intensissimo dal punto di vista lavorativo, che mi sta arricchendo un sacco e mi sta aprendo strade e orizzonti davvero inattesi! E poi, giusto giusto una settimana fa, c’è stato il mio compleanno! Evento che mi ha definitivamente catapultata nel secondo quarto di secolo 🙁 e che ha richiesto un’adeguata dose di dolcezza per attenuare la malinconia associata al tempo che scorre e che non sembra mai abbastanza per fare tutte le cose che mi piacciono! Ecco, quindi, che ritorno con un dolce, in cui ho voluto abbinare sapori e profumi che mi fanno impazzire! E così, il cioccolato bianco, dolcissimo e peccaminoso, si è incontrato con la freschezza leggermente acidula dei lamponi.. e l’intenso profumo di limone che pervadeva il soffice impasto ha reso il tutto ancora più fresco, aromatico e appagante! Forse me la sto tirando un po’ troppo!? Neeehhh.. Provate a fare questa torta e poi ne riparliamo! 😉

Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail