Rotolo ai pistacchi e cioccolato bianco per una festa speciale!

Eh vabbè.. se guardo la data dell’ultimo post pubblicato mi viene male: sono passati 5 mesi! Un record di assenza! E, in effetti, ho ricevuto diverse lamentele al riguardo.. Però ho una giustificazione validissima, oltre che meravigliosa! Da qualche mese, nel mio corpo non c’è più un solo cuore che batte, bensì due: il mio, appena appena più accelerato del solito, e uno piccolo piccolo, che però viaggia a 140 battiti al minuto! E così faccio un po’ di coming out e vi dico che sono da poco entrata nel settimo mese di gravidanza e che mentre scrivo queste righe il mio pancino, ormai tondo e bellissimo, si muove in su e in giù, a destra e a sinistra, sotto le spinte, calcetti e capriole di un esserino che al momento pesa meno di un chilo, ma che ama farsi sentire e fare tanta compagnia alla sua mamma! A volte mi sembra di avere letteralmente un pesciolino nel ventre, tanto sono fluidi, rapidi ed energici i suoi movimenti! Ma perché manco da così tanto da questo blog? Beh, diciamo che i primi mesi di gestazione non sono stati dei più semplici. Ho sofferto di iperemesi fino al quarto mese di gravidanza e per tutto questo tempo il poco che mangiavo (e che comunque non riuscivo a trattenere) consisteva in pastina/riso bollito, patate lesse, fette biscottate/crackers, pochissima verdura, e pochissimo altro. Sono stata tre mesi chiusa in casa, tra letto e divano, parecchio debilitata. Poi però le settimane sono andate avanti e, con l’arrivo dell’estate, questo malessere se n’è andato, regalandomi un quinto e sesto mese meravigliosi! Mi sono ritrovata piena di energie, con l’umore alle stelle, una persona completamente nuova e rigenerata! Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Torta di compleanno con cioccolato bianco, limone e lamponi

Oltre un mese di latitanza da questo blog.. che vergogna! In realtà, le ragioni che mi hanno “distratta” da queste pagine sono tante, una più bella dell’altra! Vi dico solo che sto vivendo un periodo intensissimo dal punto di vista lavorativo, che mi sta arricchendo un sacco e mi sta aprendo strade e orizzonti davvero inattesi! E poi, giusto giusto una settimana fa, c’è stato il mio compleanno! Evento che mi ha definitivamente catapultata nel secondo quarto di secolo 🙁 e che ha richiesto un’adeguata dose di dolcezza per attenuare la malinconia associata al tempo che scorre e che non sembra mai abbastanza per fare tutte le cose che mi piacciono! Ecco, quindi, che ritorno con un dolce, in cui ho voluto abbinare sapori e profumi che mi fanno impazzire! E così, il cioccolato bianco, dolcissimo e peccaminoso, si è incontrato con la freschezza leggermente acidula dei lamponi.. e l’intenso profumo di limone che pervadeva il soffice impasto ha reso il tutto ancora più fresco, aromatico e appagante! Forse me la sto tirando un po’ troppo!? Neeehhh.. Provate a fare questa torta e poi ne riparliamo! 😉

Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Biscotti abbracciati homemade

Non vi capita mai di avere un languorino a metà pomeriggio o verso le 11 di sera e di desiderare qualcosa di semplice, genuino, magari da pucciare in una tazza fumante del vostro the preferito? A me e Dade spessissimo! Però non mi volevo arrendere a comprare dei dolcini confezionati e ormai anche la stagione dei cioccolatini volge al termine. Quindi, cosa c’è di meglio di un biscottino fragrante e fatto con amore per soddisfare le nostre piccole voglie quotidiane? Era da un po’ che volevo provare a cucinare i famosissimi biscotti abbracciati e dopo aver spulciato qualche ricetta nel web e aver apportato le modifiche necessarie e non rendere questi biscotti più calorici di quelli del povero Banderas, sono giunta alla ricetta dei miei embraced biscuits. Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Il mio piatto della tradizione quasi preferito

Perché “piatto della tradizione”? Perché sono veneta, della provincia di Belluno: sono cresciuta tra i monti e se ci sono due cose che non possono mancare nella vera cucina di montagna sono proprio il formaggio e la polenta! Perché “quasi preferito”? Perché per essere davvero perfetto, questo piatto doveva essere accompagnato con una generosa porzione di funghi chiodini: per me, i migliori che ci siano! Peccato che non vedo la mia personale fornitrice di funghi (la zia Suntina) da un paio di mesi e che ho dovuto preparare questa ricetta senza questo meraviglioso ingrediente… Nonostante ciò, lo schiz è venuto benissimo e la polentina riesce sempre a scaldarmi il cuore! È bello portare in tavola i sapori e i gusti delle proprie origini… Evviva le tradizioni, quando sono così buone e genuine!  Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail