Crema di cannellini con funghi e alloro

Ormai ce l’hanno detto in tutti i modi: noi, popolo occidentale, dobbiamo assolutamente e senza possibilità di contestazione, ridurre e limitare il nostro consumo di carne e, in generale, di proteine di origine animale. E io mi trovo pienamente d’accordo con questa politica alimentare! Non sono vegetariana e non credo lo diventerò mai (amo il mio ragù.. lo amo davvero tanto!). Io sono una di quelle persone che ama sposare la filosofia saggia e intramontabile di ogni mamma e nonna di buon senso: un pochino, ma di tutto! Evitare gli eccessi, bilanciare i vari pasti della giornata con tutti i nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno e, soprattutto, selezionare molto accuratamente gli ingredienti che portiamo ogni giorni sulle nostre tavole. La chiave sta proprio qui: nella scelta consapevole e attenta della materia prima che acquistiamo e nella volontà di spendere qualche minuto di più alla settimana per selezionare con calma il nostro cibo. Io mangio poca carne perché non ne sono una grande amante, mentre adoro il pesce, che consumo molto più spesso Tuttavia, mi piace variare settimanalmente la mia dieta, integrandola e arricchendola con proteine vegetali, presenti soprattutto nei legumi (ma anche nella quinoa, nelle mandorle, negli ortaggi a foglia verde scuro e nei semi). Ricette a base di legumi non sono nuove in questo blog (date un occhio qui, qui e qui), e questa è un’altra idea davvero squisita per imparare a conoscere ed apprezzare questi meravigliosi ingredienti.  Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Focaccia al rosmarino di Anna

Che latitanza infinita.. sono quasi 2 mesi che non scrivo una ricetta! Inutile dire che, complici le festività natalizie, pranzi con genitori e parenti, merende golose e sperimentazioni varie, il tempo che ho passato dietro i fornelli e con le mani in pasta non si misura in ore, ma in giorni! Sarà anche per questo che le occasioni per trasferire le mani dalla ciotola alla tastiera sono state davvero poche.. Comunque, bando alle scuse e alle ciance! Oggi ritorno su questo blog super carica ed entusiasta della ricetta che ho preparato stamattina: focaccia di farro al rosmarino! Non mi sono rincretinita (giuro!) e so benissimo che questo titolo non rende giustizia al sofficissimo impasto che si sta dorando nel forno, proprio ora, mentre scrivo. Avete presente quando una nonna, una zia, la mamma o un amico, nel raccontarvi una ricetta, ad un certo punto dice: “Beh, e poi ovviamente ci va il mio ingrediente segreto..” e voi lì, impalati, a chiedervi: “Embè!? Me lo confessi o no sto ingrediente segreto!?”? Benissimo, sappiate che in questa focaccia un’ingrediente segreto c’è ed è un super ingrediente! E poiché siamo tutti molto social e ci piace tanto fare sharing di qualunque cosa (a me non troppo, ma sorvoliamo..), io l’ingrediente segreto ve lo confesso subito, senza manco pensarci un secondo: è l’acqua! Ed è un’acqua che arriva da lontano e che racchiude dentro di sé una storia bellissima! Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Crumble integrale di cavoletti e zucca

Il mio primo e, fino a poco tempo fa, unico contatto con i cavoletti di Bruxelles risale ai primissimi anni di università e, quindi, alla mensa universitaria. Ricordo queste verdurine bollite, di un colore verde spento e tristissimo, e con un sapore tutt’altro che gradevole.. Beh, dopo il primo tentativo ho relegato i cavoletti nella lunga lista di cose da non prendere MAI in una mensa universitaria e la diffidenza verso questo ortaggio è durata per parecchio tempo. Poi è successo che i miei genitori abbiano deciso di piantare nell’orto di casa 3/4 piante di cavoletti, che hanno regalato un abbondante raccolto. Così, su consiglio di mamma e papà, ho deciso di accantonare i pregiudizi e di dare una seconda chance ai tanto temuti cavoletti, e devo ammettere che ne è valsa davvero la pena! Queste piccole palline verdi, infatti, non sono per niente male, e l’abbinamento con la zucca è decisamente vincente: il suo sapore dolce ed avvolgente completa alla perfezione quello più pungente e deciso dei cavoletti, rendendo armonioso ogni boccone! 🙂

Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Millefoglie di zucca, patate e scamorza affumicata

Mi piace proprio il titolo di questo post.. Millefoglie.. Fa subito pensare a qualcosa di stratificato, farcito, goloso.. E anche se questa preparazione non ha nulla a che vedere con la millefoglie adorata da credo tutti i comuni mortali, vi assicuro che è davvero squisita! E poi è semplicissima da realizzare perché gli ingredienti sono pochi, facilmente reperibili e pure l’assemblaggio è un gioco da ragazzi! Basta arrostire le verdure, grattugiare un po’ di formaggio, tritare qualche erbetta aromatica (se non siete dei feticisti del coltello come me, potete tranquillamente delegare l’ingrato compito a un piccolo mixer), alternare vari strati di ingredienti, et voilà: potrete servire un secondo vegetariano originale e super gustoso, che può tranquillamente diventare un primo piatto diverso dai soliti, per fare contenti tutti gli amici vegetariani e non! 😉

Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Orzotto con zucca, castagne, salvia e rosmarino

Mi piacciono i risotti.. mi piace che richiedano cura e pazienza nella loro preparazione e che debbano essere coccolati dall’inizio alla fine (io sono una convinta sostenitrice della scuola per cui il risotto va mescolato, eccome se va mescolato!). Anche se, in fin dei conti, si tratta di un piatto semplice, profondamente radicato nei cromosomi e nelle tradizioni familiari di ogni italiano medio, da sempre associo la preparazione del risotto ad un piccolo evento speciale.. Non so perché, ma dire “stasera preparo un risotto” mi fa sentire un po’ chef, mi cala addosso un mood particolare, per cui so che, con un congruo anticipo, dovrò preparare tutti gli ingredienti tagliati nel modo giusto, pesati, magari suddivisi in piccole ciotoline da cui attingere mano a mano che la preparazione procede.. Mah, forse starete pensando che mi faccio degli strani trip, ma che ci volete fare!? Ognuno ha le sue piccole manie e i suoi piccoli rituali e, per me, quello del risotto è un rituale dolcissimo! Detto questo, la ricetta di oggi non è un risotto! 🙂 Il caro, buon, vecchio riso, infatti, è stato spodestato da un altro cereale che adoro e che, mio malgrado, utilizzo poco: l’orzo! Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail