Cous cous di farro con verdure cocco-lose

Le verdure sono la mia passione e quelle primaverili sono veramente un’esplosione di dolcezza per il palato! Adoro i pisellini freschi, gli asparagi.. Qualche giorno fa, il mio ortofrutta di fiducia vendeva delle splendide taccole siciliane e l’ispirazione per questa ricetta è nata proprio lì, mentre la carinissima Giorgia ne metteva un paio di manciate in un sacchetto. Sapevo che il protagonista di questo piatto, assieme a tante splendide verdurine, sarebbe stato il latte di cocco che con la sua dolcezza non troppo invasiva e la sua cremosità non può davvero essere rimpiazzato con nessun altro ingrediente (e ve lo dice una che ha iniziato un blog di cucina per la mania di stravolgere le ricette rimpiazzando ingredienti a destra e a manca!). Per spezzare la nota dolce del piatto, niente è meglio di un po’ di zenzero fresco, balsamico e pungente al punto giusto, e di un pizzico (ma non troppo piccolo) di curry: io amo molto quello verde, leggermente piccante e profumatissimo! Infine, un po’ di croccantezza data dai filetti di mandorle e dai semini di sesamo e canapa. Consumare frutta secca e semi oleosi è salutare per tutti e, in particolare, per le persone che seguono regimi di dieta vegetariana e vegana, essendo ricchissimi di fibre, grassi buoni (i semi di canapa, per esempio, contengono il perfetto equilibrio tra Omega-3 e Omega-6) e minerali preziosi per l’organismo e le sue funzioni. Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Il mio muesli: versione 3.0

Io amo il muesli! In generale, amo tutto ciò che è piccolo e scrocchiarello (ho un’anima da roditore a quanto pare!). Ricordo che i primi anni in cui stavo con Dade, andavamo pazzi (letteralmente pazzi) per il muesli ViviVerde Coop con uvetta, scaglie di cocco, banane disidratate e non ricordo cos’altro. Però era una passione pericolosa, perché i 375 g contenuti nella confezione rischiavano di durare solo poche ore, nei pomeriggi di studio o nelle serate sul divano davanti a un buon film. Così, consapevole del fatto che quel dannato (e al tempo stesso amato) muesli mi faceva perdere il controllo sul mio personale senso di sazietà, ho deciso di non comprarlo più: una decisione drastica a ripensarci, ma tant’è! Per anni nessuna confezione di muesli ha più varcato le antine della nostra dispensa, finché qualche mese fa, sotto la spinta di un democratico e spontaneo istinto di trasgressione, ho acquistato una confezione proprio del muesli ViviVerde Coop, questa volta senza olio di palma (non sia mai!). Beh, dilusione di diludendo, non era più, nemmeno lontanamente, buono come quello di 4/5 anni prima! E mi spiace dirlo, perché la versione attuale è sicuramente più sana rispetto alla precedente, ma sta di fatto che non ci è piaciuto proprio per niente e così, non essendo soddisfatta delle versioni commerciali e al tempo stesso sane, è scattata la decisione di produrre in casa anche il muesli! Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Riso nero con verdure al forno: dieta sì, ma con gusto!

Una ricetta semplicissima, davvero alla portata di tutti, che fa bene al corpo, fa venire il buon umore grazie ai bellissimi colori che la compongono, e che si può improvvisare all’ultimo momento, aprendo il frigo e scegliendo le verdure che più ci aggradano (o che sono più prossime al suicidio, diciamocelo..). Adoro il riso e in casa ne tengo diverse qualità: per risotti, per minestre, integrale, semi-integrale, Basmati, Venere.. e da un paio di giorni avevo voglia di riaprire il sacchettino di un buonissimo riso nero integrale, abbandonato da qualche tempo. Sarà che in questa stagione viene più voglia di risotti cremosi e fumanti (qualche idea qui, qui, qui e qui), ma era da un po’ che non facevo un semplice riso bollito (che detta così, non sembra neanche una brutta cosa..). Però sono giorni in cui tutti stiamo provando a rimetterci un pochino in riga, dopo i pranzi e le cene delle Feste, e la strategia migliore per raggiungere l’obiettivo è quella di seguire poche e semplici regole, che non hanno nulla a che vedere con i regimi alimentari proibitivi a cui tante persone ricorrono senza però ottenere i risultati sperati, se non una forte demotivazione e una probabile ricaduta negli eccessi. Le mie “regole” sono poche e semplici: 1) tanta verdura sia a pranzo che a cena: cotta o cruda, purché sia di stagione; 2) consumare prevalentemente cereali integrali e legumi, con cui creare dei golosi e super sazianti piatti unici; 3) bere molto, soprattutto acqua, the verde, decotti di limone, zenzero e alloro, possibilmente senza zucchero; 4) ridurre il più possibile il consumo di dolci, affettati, formaggi molto grassi o stagionati, e carni dalla cottura molto elaborata; 5) fare attività fisica ogni volta che possiamo: basta una passeggiata di 30 minuti a passo svelto (che nel weekend può diventare di un’ora o un’ora e mezza), meglio se fatta in compagnia di una persona cara, per attivare il nostro sistema linfatico e risvegliare il nostro metabolismo. Poche regolette, che di fatto vanno a definire la nostra dieta di tutti i giorni dell’anno, da seguire con serenità e senza troppe ansie da bilancia!   Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Pollo alle spezie e yogurt greco

Questa ricetta è da anni un must della mia cucina: è uno dei miei comfort food preferiti oltre ad essere un piatto unico perfetto anche per una cenetta tra amici (l’ho preparata un paio di mesi fa per due carissimi amici e li ho visti lucidare letteralmente il piatto!). L’esecuzione è davvero semplicissima e richiede solo 2 piccole accortezze: 1) è importante che la carne venga speziata con qualche ora di anticipo rispetto al momento della cottura in modo che assorba bene tutti gli aromi e i sapori; 2) è fondamentale utilizzare lo yogurt greco, denso e cremoso, e non il normale yogurt bianco intero (men che meno quello magro, che è ancora più liquido). Questo perché lo yogurt verrà aggiunto solo all’ultimo momento, fuori dal fuoco e non dovrà apportare liquidi ulteriori al nostro pollo, ma renderà molto più rotondo e vellutato il suo sapore intenso e fortemente speziato. Il mio consiglio è quello di giocare e divertirvi con le spezie che avete in casa, e vedrete che questa ricetta diventerà un must anche della vostra cucina!  Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail

Salmone al pepe rosa e zenzero con crema di finocchi e pere

Il salmone, oltre ad essere uno dei miei pesci preferiti, è anche uno di quelli più ricchi di Omega 3 (i famosi acidi grassi che favoriscono l’abbassamento del colesterolo cattivo a favore di quello buono, prevenendo così varie malattie, fra cui quelle cardiovascolari e la demenza senile), assieme a sardine, tonno, aringhe e sgombro. Normalmente, cuocio il salmone al forno, ma stavolta ho optato per una cottura diversa e più simpatica alla mia bolletta. Ho fatto cuocere i miei tranci in padella per pochi minuti, ottenendo un risultato sopra le aspettative: la carne è risultata deliziosamente tenera, per nulla stopposa ed è riuscita ad assorbire egregiamente tutti gli aromi che ho aggiunto in cottura. Ho inoltre deciso di accompagnare questo secondo di pesce con qualcosa di diverso dalle solite patate o dalla classica insalata di finocchi e arance (che comunque col pesce si sposa benissimo!). I finocchi sono stati protagonisti, ma con un abbinamento per me inedito: le pere! La ricetta l’ho trovata nell’ultimo libro di cucina che ho comprato e mi ha subito conquistata! Ho apportato qualche piccola variante alla ricetta originale (strano, vero!?), che utilizzava cipolla e aglio per il soffritto, mentre io ho preferito optare per i più stagionali e delicati cipollotti. Ad ogni modo, il risultato è stato una cenetta deliziosa, leggera e freschissima, da rifare assolutamente! 🙂 Continua a leggere

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_plusmail